9 rimedi veloci domestici più efficaci per guarire una scottatura

Sì, abbiamo bisogno di un’esposizione moderata al sole per fornire all’organismo la vitamina D essenziale. Tuttavia, un’eccessiva esposizione, o esposizione durante la parte più calda della giornata, può facilmente causare dolorose scottature solari.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non c’è bisogno di stare in spiaggia a prendere il sole per scottarsi. Anche una breve esposizione ai raggi ultravioletti del sole può causare danni alla pelle se non si sta attenti.

Anche passare circa 15 minuti al sole durante la parte più calda della giornata può bruciare la pelle, ma in quel momento potrebbe non rendersi conto che i sintomi possono richiedere alcune ore per manifestarsi.

Quando la radiazione ultravioletta colpisce le cellule cutanee, danneggia il DNA proprio come la radiazione nucleare. Il corpo reagisce a ciò tentando di riparare le cellule leggermente danneggiate e uccidendo quelle gravemente danneggiate.

Il rossore della pelle e la sensazione di bruciore che si prova non sono il vero danno; sono il risultato della risposta del vostro corpo ai danni già causati al DNA delle cellule.

La pelle aumenta la produzione di melanina per bloccare ulteriori radiazioni, causando l’oscuramento che chiamiamo abbronzatura. Una volta che l’abbronzatura si è sviluppata, un’ulteriore esposizione al sole potrebbe non portare ad un’ustione così grave come l’esposizione iniziale.

La prevenzione è la migliore!

È sempre meglio prevenire le scottature solari perché i danni al DNA possono provocare un invecchiamento prematuro della pelle. È anche una delle principali cause di tumori della pelle. Ma una volta che il danno è fatto, il meglio che possiamo fare è cercare di alleviare il dolore e la sofferenza. Ecco una serie di rimedi casalinghi per aiutarvi in questo senso. Tutti contengono ingredienti semplici che potete trovare nella vostra cucina e nella dispensa.

Sappiamo che le persone con pelle più chiara sono più inclini a scottature solari. A parte il tipo di pelle, la gravità della scottatura dipende dall’intensità dei raggi solari e dalla durata dell’esposizione. Si dovrebbe scegliere il giusto rimedio non solo per la disponibilità degli ingredienti o per la facilità di preparazione, ma anche per la gravità della scottatura solare.

Rimedi domiciliari per scottature molto lievi:

La forma più dolce di scottatura solare appare come arrossamento sulla pelle chiara o oscuramento della pelle da una o due tonalità in persone con pelle più scura. L’area può sembrare calda al tatto, e si può sentire una leggera sensazione di bruciore. Questo è dovuto all’aumento della circolazione sanguigna nella zona, mentre il corpo cerca di riparare il danno, quindi non è una cosa negativa nel complesso. Ciò di cui avete bisogno in questa fase è un rilassante lavaggio del viso, o, se l’ustione è molto diffusa, una formula delicata per il bagno del corpo che vi aiuterà a togliere il calore.

Il latte

È uno degli articoli più prontamente disponibili che potete usare per trattare le scottature solari lievi. Il latte è delicato sulla pelle e può essere utilizzato direttamente dal cartone. A meno che non si abbia una grave allergia o una forte avversione ai prodotti lattiero-caseari, non c’è ragione per cui non si può usufruire dei suoi benefici non appena ci si rende conto di essere stati colpiti.

Metodo:

Lavare il viso, le mani e tutte le altre parti del corpo interessate con acqua normale e asciugare leggermente all’aria prima di applicare il latte. Prendere una tazza di latte freddo in una ciotola e lasciarlo fuori per 5 minuti. Se vi preoccupa l’odore del latte, potete aggiungere 3-5 gocce di olio essenziale di lavanda o menta piperita. Entrambi hanno benefici aggiuntivi, ma non sono essenziali.

Immergere un batuffolo di cotone nel latte e applicare delicatamente sulle zone infiammate. È possibile lasciare asciugare il latte sulla pelle; si formerà un sottile strato che sigilla l’umidità. Il latte scremato è il migliore; se si utilizza latte intero, la pelle potrebbe risultare troppo grassa.

Lavare il film di latte sulla pelle dopo alcune ore e ripetere il processo. È possibile passare ad altri rimedi domestici se il trattamento del latte non è adatto a voi, ma è il migliore per un sollievo immediato.

Il tè appena preparato dalle foglie di tè e raffreddato a temperatura ambiente e al di sotto di essa può lenire la pelle e togliere la sensazione di bruciore. Indipendentemente dal colore del tè, tutti contengono composti polifenolici come tannini, catechine ed epicatechina. Questi agiscono come antiossidanti e agenti antinfiammatori. Sono noti per avere proprietà anticancro contro diversi tipi di tumori, compreso il cancro della pelle. Ciò li rende particolarmente benefici in questo caso, poiché il danno al DNA dovuto all’esposizione al sole è una delle principali cause di cancro della pelle.

Metodo:

Portare 4 tazze d’acqua ad ebollizione. Aggiungere 5 cucchiai di foglie di tè e rimuovere dal calore. È possibile utilizzare 5 bustine di tè non aromatizzato invece. Tenere coperto per 30 minuti e scolare. Avrete tè molto concentrato ora. Diluire con 4 tazze di acqua fredda ghiacciata. Immergere il cotone o un panno morbido nel tè e applicare su viso, mani e spalle. In alternativa, è possibile utilizzarlo in una bottiglia di spritz per spruzzare in modo uniforme sulle aree interessate. Ripetere il più spesso possibile.

Se vi capita di avere l’olio essenziale di menta o limone, provate ad aggiungerne 10 gocce al tè raffreddato per renderlo ancora più lenitivo. Se avete usato bustine di tè per preparare il tè, potete metterle sulle palpebre quando si sono raffreddate. Conservarli coperti in frigorifero in un recipiente pulito contenente un po ‘ di tè.

Amido di mais

Questa dispensa di base è un rimedio tradizionale per tutti i tipi di eruzioni cutanee, compresa l’eruzione del pannolino nei bambini. È possibile utilizzarla come tale o come pasta o soluzione. Per le piccole aree come il naso bruciato o i lobi delle orecchie, fare una pasta di 2 cucchiai di amido di mais con acqua appena sufficiente a formare una pasta facilmente spalmabile e applicarla con le dita.

Se avete bruciato il viso, le mani e il petto, fate una soluzione sottile con una tazza di amido di mais in 2 tazze d’acqua. Agitare bene per ottenere una miscela uniforme. Applicare sulla pelle con un panno umido che gocciola con la soluzione e lasciare asciugare sulla pelle. E ‘un affare disordinato, in modo da fare questo in bagno per rendere la pulizia più facile.

Quando avete scottatura generalizzata o una parte posteriore bruciata, può essere più pratico spruzzare l’amido di mais sulla pelle umida e spalmarlo delicatamente con una spugna morbida o un soffio di polvere soffice. È una buona idea cospargerlo sui copriletto per evitare sfregamenti durante il sonno.

Pomodoro

Si tratta di un rimedio orale da utilizzare in concomitanza con uno qualsiasi dei rimedi per la pelle di cui sopra. I pomodori sono ricchi di licopene, un carotenoide con una potente capacità antiossidante. Come abbiamo spiegato in precedenza, la scottatura solare che vedete sulla superficie cutanea è il risultato di danni ai tessuti che si sono verificati negli strati inferiori. I danni ai tessuti sono accompagnati dalla formazione di alcune particelle altamente reattive chiamate radicali liberi. A meno che non siano neutralizzati da antiossidanti, corrono in giro causando più danni.

Rilassatevi con alti bicchieri di succo di pomodoro fino a quando la scottatura solare non si risolve. Meglio ancora: godetevi il vostro chili messicano preferito o altri piatti a base di salsa di pomodoro. I pomodori cucinati con olio hanno più licopene nella forma assorbibile.

Quando la scottatura è molto mite e si ha solo un leggero disagio, non cedere alla tentazione di ignorarlo. Se siete usciti al sole senza protezione, iniziate con uno di questi semplici rimedi non appena tornate a casa. Idratare la pelle dall’interno bevendo almeno 1 gallone di acqua al giorno. Applicare un idratante organico su tutta l’area interessata quando si va a dormire.

Rimedi domestici per scottature più gravi:

Se la vostra pelle è di un rosso arrabbiato e dolente al tatto, potreste aver bisogno di una serie diversa di rimedi domestici che ridurrà il vostro disagio.

Latte e olio di cocco

Il latte di cocco è calmante quanto il latte di mucca gialla, ma ha alcuni benefici aggiuntivi. È una delle poche fonti di acido laurico, un acido grasso che si trova in abbondanza nel latte materno umano. L’acido laurico si trasforma in monolaurina, un agente antimicrobico molto efficace. Svolge anche un ruolo nella crescita e nella riparazione delle cellule. Il latte di cocco appena spremuto è un rimedio popolare per la scottatura solare nelle aree tropicali del mondo. È una fortunata coincidenza che le noci di cocco sono liberamente disponibili in queste parti del mondo dove la scottatura solare è un rischio tutto l’anno.

Metodo:

Se riuscite a trovare cocco grattugiato fresco o congelato, immergetelo in acqua calda per 5 minuti e tritatelo in un mixer. Passare attraverso un setaccio fine, premendo verso il basso per estrarre quanto più latte possibile. Conservare il latte di cocco in frigorifero e utilizzare quanto basta per applicarlo sulla pelle danneggiata.

L’olio di cocco è uno dei migliori oli per la cura della pelle, se non il migliore. Oltre al potere antimicrobico fornito dall’acido laurico, l’olio di cocco ha anche effetti anti-infiammatori e analgesici.

Dopo una doccia in acqua fredda e tiepida, è possibile applicare l’olio di cocco direttamente sulla pelle infiammata. Per una scottatura diffusa, è possibile aggiungere 2 cucchiai di olio in una vasca di acqua tiepida in modo che un sottile strato di olio si deposita su tutto il corpo. Questo film di olio sigillerà l’umidità, impedendo alla pelle di seccarsi.

Farina d’avena e bagno alla lavanda

Un altro ottimo modo per ottenere sollievo dalle scottature solari in ampie zone del corpo è l’immersione in una vasca d’acqua con farina d’avena e olio essenziale di lavanda. In aromaterapia, l’olio di lavanda è considerato come lenitivo per tutti i problemi della pelle. E ‘anti-infiammatorio, e può offrire un po ‘di sollievo dal dolore troppo.

Metodo

Macinare la farina d’avena in polvere fine e aggiungerla all’acqua insieme a 10-15 gocce di olio di lavanda. Rimanete nella vasca per non più di dieci minuti, perché un bagno più lungo asciuga la pelle.

Altri popolari rimedi solari per la pelle intatta sono la pasta di patate, la pasta di cetrioli e la passata di pomodoro. Applicare liberamente sulla pelle infiammata fino a quando il dolore si placa. Lavare l’area con mezzo bicchiere di aceto di sidro di mele diluito con una tazza d’acqua può portare grande sollievo anche.

Rimedi domestici per scottature molto gravi:

Se si soffre anche quando non si tocca la pelle nelle zone colpite, si può presumere che la pelle sia letteralmente bruciata come in una scottatura termica di secondo grado. Le vesciche possono apparire presto, se non l’hanno già fatto. Ci vogliono tra le 6 ore e i due giorni per far comparire le vesciche.

Si formano quando troppe cellule dello strato cutaneo della pelle muoiono, rilasciando il fluido al loro interno. Questo fluido chiaro si raccoglie tra lo strato cutaneo più esterno chiamato epidermide e il derma sottostante. Altri sintomi di gravi scottature solari sono febbre e brividi.

In questa fase, i rimedi domestici hanno principalmente un ruolo di supporto, soprattutto se il dolore grave, la febbre e l’infiammazione diffusa richiedono antidolorifici e farmaci antinfiammatori come l’ibuprofene e gli unguenti corticosteroidi della pelle.

Aloe Vera

La polpa fogliare di questa pianta succulenta è considerata il prodotto per la cura della pelle, sia che la pelle sia danneggiata o meno. Si sente fresco sulla pelle e dona sollievo dal dolore. L’Aloe vera è stato un popolare rimedio popolare per le ustioni anche di 2° e 3° grado molto prima che le aziende produttrici di prodotti cosmetici prendessero piede. Essendo un eccellente idratante, questa sostanza incolore e gelatinosa manterrà la pelle idratata, mentre le potenti sostanze fitochimiche del gel fanno la loro magia per guarire la pelle.

Metodo

Prendete una foglia matura e rimuovete la dura pelle esterna. Mescolare in una pasta e applicare liberamente sulla zona interessata, facendo attenzione a non far scoppiare le vesciche. Lasciare in posa il più a lungo possibile. Riapplicare frequentemente.

Il miele

Questo dono della natura è un noto rimedio domestico per le ustioni. Oltre ad avere proprietà antibatteriche, il miele è idrofilo. Può estrarre il fluido dai tessuti, un modo migliore per trattare le vesciche che farle scoppiare. Il fluido all’interno della vescica contiene sostanze che aiutano a guarire il tessuto danneggiato al di sotto. Inoltre, lo scoppio delle vesciche introdurrà un’infezione alla ferita.

Quando il miele viene applicato sulle vesciche, tira fuori solo l’acqua e rende la copertura della vescica più spessa, riducendo il rischio di rottura accidentale. È possibile applicare il miele biologico non riscaldato direttamente sulla pelle danneggiata o mescolarlo con farina d’avena in polvere per farla rimanere in posa più a lungo.

Rimani idratato

Come in ogni tipo di ustione, è essenziale rimanere idratati all’esterno e dall’interno in quanto molti liquidi sono coinvolti in reazioni infiammatorie. Avere molta acqua, succhi di frutta fresca spremuta e insalate, avendo cura di includere frutta e verdura colorata che hanno un potere antiossidante.

Prevenire è meglio che curare!

Ricordate che anche se questi rimedi casalinghi vi danno un po’ di gradito sollievo dai sintomi della scottatura solare, il danno reale in profondità all’interno della pelle prevale ancora. Gli alimenti antiossidanti che avete preso per via orale possono aiutare a riparare alcuni dei danni neutralizzando i radicali liberi, ma non invertirà l’invecchiamento delle cellule. A parte il rischio di cancro, l’invecchiamento della foto è il principale risultato negativo dell’esposizione ai raggi UV.

Va da sé che la prevenzione è il miglior rimedio quando si tratta di scottature solari. Se applicare una protezione solare a base minerale ogni volta che si esce di casa non è pratico, proteggere il corpo dall’esposizione coprendo bene quando si esce, soprattutto durante le ore di mezzogiorno. Nelle zone subtropicali, l’inizio della primavera e la fine dell’estate sono il periodo di massima esposizione ai raggi UV, mentre le zone tropicali sono interessate durante tutto l’anno.

Mangiare una dieta ricca di licopene antiossidante per diverse settimane prima dell’esposizione al sole può agire in una certa misura come assicurazione contro le scottature solari. Un altro modo per rendere la pelle leggermente più impermeabile ai raggi UV è quello di costruire gradualmente lo strato di melanina. È possibile farlo con una frequente esposizione al sole per meno di 10 minuti prima dell’arrivo della primavera. Dona alla vostra pelle un colore sano e anche una brillantezza.